Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Il DIRIGENTE SCOLASTICO

VISTO quanto indicato nelle premesse e normative dell’allegato alla presente;

VISTO il D. Lgs. n.81/2008 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi;

VISTO l’Articolo 15 - Misure generali di tutela - lett. d) che richiama il rispetto dei principi ergonomici nell’organizzazione del lavoro, nella concezione dei posti di lavoro, nella scelta delle attrezzature e nella definizione dei metodi di lavoro e produzione, in particolare al fine di ridurre gli effetti sul lavoro monotono e di quello ripetitivo;

VISTO l’articolo 18 Obblighi del datore di lavoro - lett. i) “informare il più presto possibile i lavoratori esposti al rischio di un pericolo grave e immediato circa il rischio stesso e le disposizioni prendere in materia di protezione”;

VISTO il titolo VII del D. Lgs.81/2008 - ATTREZZATURE MUNITE DI VIDEOTERMINALI;

SENTITO il Responsabile del SPP ing. Mario Pacitto;

VALUTATO che il lavoro sulle piattaforme digitali, in base alla durata del tempo di esposizione, per la Didattica a distanza, potrebbe comportare i seguenti rischi specifici, quali: l’affaticamento oculo-visivo, problemi scheletrici, muscolari, posturali, ecc. tipici dei lavoratori “videoterminalisti”, nonché rischi di natura ergonomica e legati allo Stress Lavoro Correlato;

CONSIDERATO le Linee Guida del Ministero dell’Istruzione adottate con Decreto prot.89 del 07/08/2020;

PRESO ATTO che le citate linee guida recitano, in materia di sicurezza che: “Il Dirigente scolastico, in qualità di datore di lavoro, ha il compito di tutelare la salute dei lavoratori attraverso attività di informazione mirata, anche se la prestazione avviene in ambienti di lavoro diversi dai locali scolastici. Pertanto è opportuno che il Dirigente trasmetta ai docenti a vario titolo impegnati nella didattica digitale integrata, nel caso in cui essa sia erogata dal loro domicilio, e al Responsabile dei Lavoratori per la Sicurezza una nota informativa, redatta in collaborazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, inerente i comportamenti di prevenzione da adottare per ridurre i rischi derivanti dall'esecuzione della prestazione lavorativa al di fuori dell’ambiente scolastico”.

TUTTO CIO’ PREMESSO ai fini dell’osservanza e della corretta applicazione delle misure generali di tutela in materia di igiene e sicurezza e in ottemperanza all’art.177 del D. Lgs.81/2008

DISPONE

che nei periodi di utilizzo della Didattica a distanza e del lavoro agile, pur se condotti in luoghi diversi dall’ambiente scuola, comunque il lavoratore è tenuto a cooperare all'attuazione delle misure di prevenzione predisposte dal datore di lavoro per fronteggiare i rischi connessi all'esecuzione della prestazione all'esterno dei locali aziendali come sancito dall’art. 20 D.Lgs. 81/08, e che devono attenersi alle disposizioni di cui all’allegato La prestazione di lavoro in modalità DDI svolta in piena conformità con le normative vigenti in materia di ambiente, sicurezza e salute dei lavoratori - Obblighi dei lavoratori”.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Fabio GIONA

   
© IIS Bragaglia