Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

 Stampa 

DELIBERA N. 16/2019

Il Consiglio di Istituto

-          Visto il Decreto 28 agosto 2018 n. 129 “Regolamento recante istruzioni generali sulle gestioni amministrativo-contabili delle istituzioni scolastiche”;

-          Visto il D.Lgs. 297/94;

-          Visto il DPR 275/1999;

-          SENTITO l’intervento del Dirigente Scolastico;

-          VISTA la richiesta pervenuta dall’associazione sportiva senza scopo di lucro: Victoria Volley;

-          PRESO ATTO della competenza del Consiglio d'istituto nell'esprimere il proprio parere in merito all'utilizzo di locali scolastici (palestra) in orari extrascolastici;

-          VISTO che non sussistono impedimenti particolari derivanti da concomitanza di orari con attività didattiche salvo ipotesi di eventi eccezionali non prevedibili;

-          Tenuto conto delle richieste pervenute

DELIBERA

All’unanimità con 13/13 voti a favore di dare l'assenso all'utilizzo dei locali richiesti a non più di due associazioni e, riguardo alle modalità/tempi si rimanda all’Ente Provincia per conciliare le richieste. Come d’uso con i soggetti richiedenti verrà sottoscritta apposita convenzione e del protocollo d'uso con l'Istituto “A.G. Bragaglia” per l'a.s. 2019/2020. L'assenso può essere revocato in caso di inosservanza delle modalità d'uso dei locali da parte dei richiedenti.

Motivazione:

“L’apertura al territorio dell’utilizzo delle strutture sportive della scuola da parte di associazioni sportive senza scopo di lucro rappresenta una valida promozione culturale in linea con il POF”.

Avverso la presente deliberazione è ammesso reclamo al Consiglio stesso da chiunque vi abbia interesse entro il 15° giorno dalla data di pubblicazione all’albo della scuola. Decorso tale termine la deliberazione diventa definitiva e può essere impugnata solo con ricorso giurisdizionale al TAR o ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente nei termini di 60 o 120 giorni