Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

DELIBERA N. 6/2019

Il Consiglio di Istituto

-          Visto il Decreto 28 agosto 2018 n. 129 “Regolamento recante istruzioni generali sulle gestioni amministrativo-contabili delle istituzioni scolastiche”;

-          Visto in particolare, il comma 1 dell’art. 21del Decreto 28 agosto 2018, n. 129, che attribuisce al Consiglio di Istituto il potere di costituzione del fondo economato indicando la consistenza massima del fondo;

-          Visto in particolare, il comma 6 dell’art. 21del Decreto 28 agosto 2018, n. 129, che attribuisce al Consiglio di Istituto la quantificazione del limite di rimborso per singola spesa;

-          Visto il DPR 297/94;

-          Sentiti gli interventi dei consiglieri;

-          Ritenuto di dover deliberare in merito alla costituzione del fondo economato, del suo valore massimo e della quantificazione del limite dei rimborsi per singola spesa

DELIBERA

All’unanimità con voti favorevoli 10/10 l’approvazione della costituzione del fondo economato, quantifica in € 1.800,00 (Euro milleottocento) la consistenza massima del fondo economato e stabilisce il valore massimo del rimborso per singola spesa in € 100,00 (Euro cento)

Motivazione: “Il fondo economato è uno strumento contabile utile ed opportuna per una gestione efficiente ed efficace dell’istituzione scolastica e risponde al superiore interesse della Pubblica Amministrazione

Avverso la presente deliberazione è ammesso reclamo al Consiglio stesso da chiunque vi abbia interesse entro il 15° giorno dalla data di pubblicazione all’albo della scuola. Decorso tale termine la deliberazione diventa definitiva e può essere impugnata solo con ricorso giurisdizionale al TAR o ricorso straordinario al Capo dello Stato, rispettivamente nei termini di 60 o 120 giorni

   
© IIS Bragaglia